0444 559411

La brace sotto la cenere – San Filippo Benizi

Presso lo spazio museale “Tesoro della Madonna da Monte”, giovedì 26 agosto 2021 ore 20.30


Docufilm e visita guidata in occasione delle celebrazioni dei 350° della canonizzazione

Giovedì 26 agosto alle ore 20.30 al Santuario di Monte Berico, presso lo spazio museale denominato “Tesoro della Madonna da Monte”, avrà luogo una serata all’insegna del dialogo tra arte e cinema. Ideata in omaggio alla figura di Filippo Benizi, il primo santo dell’Ordine dei Servi di Maria, canonizzato 350 anni fa. In quest’occasione, verrà presentato in anteprima assoluta il docufilm “La brace sotto la cenere” (52 min), realizzato nel 2020 dal regista fiorentino Lorenzo Bojola, collaboratore da oltre un decennio dell’archivio storico della Santissima Annunziata di Firenze. La narrazione è affidata all’attore Pietro Ubaldi, con la partecipazione di Mirko Batoni e Francesco Grifoni.

La finalità del progetto cinematografico è quella di restituire la memoria della vita di uno dei più importanti protagonisti del Duecento, la cui spiritualità ha lasciato un segno profondo nella cultura europea dei secoli successivi.

Prima della proiezione, che avrà il privilegio della presenza e del commento del regista e di alcuni dei suoi collaboratori, si terrà una visita guidata alla mostra dossier, allestita dall’aprile scorso in una delle sale del “Tesoro della Madonna da Monte” e dedicata alle memorie figurative di san Filippo presenti nelle opere d’arte della collezione museale di Monte Berico e nei libri antichi della Biblioteca Berica. L’accompagnamento storico-artistico sarà condotto da Agata Keran, curatrice del percorso espositivo che giunge a termine proprio con questa serata.

Info sul docufilm: http://labracesottolacenere.com/

Modalità d’ingresso: entrata gratuita con green pass.
Luogo di ritrovo: nel chiostro del Santuario.

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO (DOCUFILM)

Nel 2017 Lorenzo Bojola, videomaker fiorentino, progetta l’idea di realizzare un docufilm sulla vita di San Filippo Benizi, ottenendo l’interesse e la collaborazione da parte dell’Istituto storico della Santissima Annunziata di Firenze, con il quale aveva già collaborato attraverso l’operato della Onlus Ambasciatori Mariani.

Dopo oltre un anno di ricerche storiche e successive scritture, la sceneggiatura finale viene approvata dalla Curia Generalizia e l’autore avvia la fase della ricerca delle “locations”, insieme a Enzo Quaia, esperto direttore della fotografia, e Mirco Rocchi, scenografo riminese che lavora in Toscana a progetti cinematografici. Il primo intento dell’autore era quello, difatti, di poter girare più scene possibili nei luoghi originali, essendo l’Ordine mariano nato a Firenze e san Filippo Benizi di nascita fiorentina.

Successivamente (e parallelamente a questa fase) la costumista Stefania Stefanini ha lavorato al disegno e alla realizzazione dei costumi, secondo un criterio di fedeltà storica. L’intento dell’autore era difatti quello di realizzare un prodotto filologicamente corretto.

P. Ferdinando Perri, priore di Monte Senario, ha accolto con entusiasmo il progetto del film, mettendo a disposizione i vari ambienti del santuario, per gli interni e gli esterni, affinché molte scene si potessero girare negli stessi luoghi vissuti dal santo. Altre “locations” sono state messe a disposizione dalla Diocesi di Firenze, per diretta concessione del Vescovo, Sua Eminenza Cardinal Betori, e dalla comunità dei monaci vallombrosani della bellissima Abbazia di San Michele Arcangelo a Passignano, nel Chianti fiorentino.

Per la scelta dell’attore che interpreta San Filippo, Lorenzo Bojola ha optato per Mirko Batoni, col quale aveva già lavorato in precedenti progetti. La loro pluriennale collaborazione è stata fondamentale per mettere a punto uno stile interpretativo che fosse il più aderente possibile al personaggio immaginato dall’autore.

La trama del docufilm è basata sulla “Legenda de origine e del beato Filippo” scritta da Pietro da Todi nel XIV secolo, e quindi si tratta della trasposizione in immagini filmate (scene ricostruite) del suggestivo testo antico.

La brace sotto la cenere – San Filippo Benizi, è dunque un piccolo film d’autore che delinea la figura di san Filippo Benizi narrata da Pietro da Todi, la cui voce narrante è interpretata da Pietro Ubaldi, noto attore e doppiatore milanese.

L’editing del film è stato curato dall’autore insieme a Simone Lombardini, esperto professionista del montaggio video.

A causa delle restrizioni del Covid, la produzione del mediometraggio si è svolta con varie fasi di ripresa fra l’inverno del 2019 e l’autunno del 2020.

Related Articles

Related