0444 559411

Riflessi di un Papa sulla città

Trent’anni fa San Giovanni Paolo II a Vicenza

Venerdì 3 settembre 2021 alle ore 20.30 nella Basilica di Monte Berico una serata commemorativa vivificherà la visita di San Giovanni Paolo II nella nostra città avvenuta il 7 e l’8 settembre 1991.

L’iniziativa è promossa dalla comunità dei frati Servi di Maria di Monte Berico, in collaborazione con la Diocesi di Vicenza, il Comune di Vicenza e in partnership con Il Giornale di Vicenza, TvA, Telechiara, La Voce dei Berici, Radio Oreb, Libreria San Paolo, Accademia Olimpica, Museo Diocesano di Vicenza, Casa Generalizia delle suore Dorotee, Associazione Coro e Orchestra di Vicenza, Foto Borracin.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco della città di Vicenza, Francesco Rucco,  e di p. Carlo M. Rossato, Rettore della Basilica e Priore della comunità dei Servi di Maria di Monte Berico, prenderà vita un racconto a più voci della visita del Papa a Vicenza, grazie alla presenza di mons. Lucio Mozzo, p. Antonio M. Santini osm, mons. Domenico Dal Molin, Lucia Meggiolaro, Gennaro Borracino e Agata Keran.  Mediatrice: Nicoletta Martelletto. Alle parole si alterneranno interventi musicali a cura di Giuliano Fracasso, eseguiti dall’Ensemble corale strumentale di Vicenza e del mons. Pierangelo Ruaro, eseguiti con un duo di chitarre.

Non solo l’amarcord di un evento che coinvolse in modo profondo la città di Vicenza, la sua comunità civica e religiosa, partendo dai giovani che con la loro numerosa e affezionata presenza offrirono un indimenticabile omaggio al papa polacco. Autorità religiose e laiche, intellettuali e artisti, ma soprattutto tanta gente comune, un vero e proprio mare di persone, pronte a farsi testimoni della prima visita di un pontefice nella storia della loro città.

Durante la serata verrà inaugurata la mostra documentaria Riflessi di un Papa sulla città. Trent’anni fa san Giovanni Paolo II a Vicenza, allestita in sala Sette Santi Fondatori, adiacente alla Penitenzieria del Santuario, dove si potrà ripercorrere il soggiorno del papa, articolato in più tappe attraverso vari snodi simbolici del territorio comunale: l’aeroporto «Tommaso Dal Molin», la Piazza dei Signori, la Casa Generalizia delle suore Dorotee, il Monastero delle Carmelitane Scalze, il Santuario di Monte Berico, l’Ospedale civile, il Teatro Olimpico, il Parco Querini, la Cattedrale di Santa Maria Annunciata, la chiesa dei Filippini e lo stadio «Romeo Menti».

A rendere possibile la ricognizione documentaria dell’incontro gioioso con un papa capace di slanci entusiasti e informali nei confronti del suo popolo in festa, sono le preziose memorie fotografiche custodite a Monte Berico, opera di Arturo Mari collaboratore al tempo de «L’Osservatore Romano», e il bellissimo reportage realizzato da Gennaro Borracino e da suo figlio Dario, messo generosamente a disposizione dal noto fotografo vicentino. A questo corpus iconografico si aggiungono immagini dagli archivi dell’Accademia Olimpica, dell’Istituto Farina e del Monastero Santa Teresa di Gesù Bambino.

La selezione di un centinaio di stampe fotografiche è arricchita da cimeli custoditi nello spazio museale del Santuario di Monte Berico, denominato “Tesoro della Madonna da Monte”. A questi “segni della presenza” si aggiungono le opere d’arte realizzate da maestri come Gueri da Santomio e Otello De Maria, concepite ad hoc per l’occasione. Completa la rassegna una piccola serie di omaggi originali concepiti da altri artisti del territorio: i fratelli Bonizza, Michela e Piero Modolo, Pino Bassetto e Alfonso Fortuna.

La mostra documentaria, a cura di p. Attilio M. Carrella osm, p. Roberto M. Cocco osm, p. Gino Alberto M. Faccioli osm e Agata Keran, sarà aperta in sala Sette Santi Fondatori dal 3 settembre al 3 ottobre 2021, ogni sabato e domenica e il mercoledì 8 settembre dalle ore 8.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 19.00; altri giorni su prenotazione. Ingresso libero, con green pass.

Info:www.monteberico.it tel: 0444.559411 (centralino) mail: bibliotecamberico@gmail.com

Related Articles

Related